Georgi Gospodinov, Gospodinov (recensione), Recensioni

L’empatia, una umana patologia in “Fisica della malinconia” di Georgi Gospodinov (recensione di Maresa Schembri).

Protagonista indiscusso di Fisica della malinconia, scritto da Gospodinov nel 2011, è lo spazio interiore di ognuno di noi, quel labirinto psicologico tanto simile a Cnosso, luogo in cui venne rinchiuso il Minotauro che tanta importanza riveste in questo testo, come si evince subito dalla copertina che lo rappresenta in braccio alla madre Pasifae. Gospodinov… Continua a leggere L’empatia, una umana patologia in “Fisica della malinconia” di Georgi Gospodinov (recensione di Maresa Schembri).

lettura, Recensioni

Utopia e rivoluzione (russa)

di Gerardo Passannante Photo by roberta errani on Unsplash      Per il loro connaturato soggettivismo, raramente i poeti sono cantori dell’avvenire dei popoli. Vi si trovano a volte coinvolti dalle circostanze, oppure dall’abbaglio di risolvere il disagio intimo in una causa pubblica. Ma quasi sempre la loro adesione, fondata su un equivoco, sfocia nel disincanto: dal momento che i… Continua a leggere Utopia e rivoluzione (russa)

Alessandro Manzoni, De Sanctis (citazioni), Francesco De Sanctis, Giacomo Leopardi, Giuseppe Mazzini, Incipit (citazioni), Letteratura italiana, storia della letteratura (citazioni)

Incipit del giorno – 30 agosto 2021

Nei tre anni del mio insegnamento universitario in Napoli delineai l’immagine delle due scole, in cui si divise l’Italia nella prima metà di questo secolo, rivoli di scole europee, ma con fisonomia propria, determinata specialmente dalla comune aspirazione all’unità nazionale: la scola liberale, capo Manzoni, e la scola democratica, capo Mazzini. Queste lezioni, raccolte da… Continua a leggere Incipit del giorno – 30 agosto 2021

Caffè Letterario, Carlos Ruiz Zafón, Recensioni, Zafón (recensione)

IL 16° INCONTRO DEL CAFFÈ LETTERARIO: Carlos Ruiz Zafón e «L’ombra del vento» (25 giugno 2021, meeting su zoom; articolo a cura di Vittorio Panicara).

Il libro di Carlos Ruiz Zafón «La sombra del viento» uscì nel 2001 per la casa editrice spagnola Planeta, fu tradotto in quasi 40 lingue, vendendo oltre 15 milioni di copie nel mondo. Ha dato l’avvio alla tetralogia de «Il cimitero dei libri dimenticati»: a «L’ombra del vento» (edito con questo titolo in Italia da… Continua a leggere IL 16° INCONTRO DEL CAFFÈ LETTERARIO: Carlos Ruiz Zafón e «L’ombra del vento» (25 giugno 2021, meeting su zoom; articolo a cura di Vittorio Panicara).

lettura, Pazzi (interviste), Roberto Pazzi

«Il 24 giugno realizzerò un mio antico sogno»: a Ferrara, la cultura riparte da Roberto Pazzi.

Federica Breimaier Quando ci confrontiamo con un avvenimento su scala mondiale, come può essere una pandemia, tendiamo a definirne i contorni temporali riferendoci non tanto al calendario, quanto piuttosto alla nostra esistenza di individui. Pertanto, poche persone sanno che, almeno ufficialmente, la diffusione del Covid è iniziata il 1° dicembre 2019, giorno in cui comparvero… Continua a leggere «Il 24 giugno realizzerò un mio antico sogno»: a Ferrara, la cultura riparte da Roberto Pazzi.

lettura, Recensioni

Correva l’anno 2020

Una di queste sere mi è capitato un fatto singolare. Stavo compilando la lista delle cose da fare per la giornata successiva (un’abitudine che mi ha aiutata a fissare la dimensione temporale, in un momento in cui il tempo mi sembra inconsistente), quando, ad un certo punto, mi sono fermata ad osservare la data con… Continua a leggere Correva l’anno 2020

Gerardo Passannante, Passannante (recensioni), Recensioni, Storia (citazioni)

Costantino tra storia e finzione. L’infante di Naissus di Gerardo Passannante (recensione di Maresa Schembri).

Cimentarsi nella stesura di un romanzo storico pone particolari problematiche inerenti la capacità di far coesistere la veridicità della storia con quella dell’arte, impresa impossibile secondo Manzoni. L’ostacolo maggiore deriva dal saper intrecciare l’elaborazione delle fonti con la parte inventiva del racconto. E il risultato non sempre è soddisfacente. Se si pensa al romanzo storico,… Continua a leggere Costantino tra storia e finzione. L’infante di Naissus di Gerardo Passannante (recensione di Maresa Schembri).

Haruki Murakami, Murakami (recensione), Recensioni

Il delicato passaggio all’età adulta in Norwegian Wood di Murakami (recensione di Maresa Schembri).

La potenza della memoria che insegue i ricordi per non abbandonarli all’oblio e il valore della scrittura che li cristallizza per renderli comprensibili, sono i temi che affiorano sin dalle primissime pagine del delicatissimo romanzo di Murakami, Norwegian wood, edito da Einaudi nel 1987. Esso si presenta come un lungo flash-back del protagonista e voce narrante… Continua a leggere Il delicato passaggio all’età adulta in Norwegian Wood di Murakami (recensione di Maresa Schembri).

Félix Vallotton, lettura, Recensioni, Vallotton (Recensioni)

L’esistenza come parafrasi di morte. La vita assassina di Fèlix Vallotton (recensione di Maresa Schembri).

Vissuto tra la prima metà dell’Ottocento e i primi anni del Novecento, Vallotton è stato un noto pittore svizzero apprezzato soprattutto per i suoi tramonti e per l’uso geniale dei colori. Ma ben pochi sanno che, oltre all’arte, si è dedicato anche alla letteratura, scrivendo tre romanzi, tra cui La vita assassina del 1907, pubblicato in Italia… Continua a leggere L’esistenza come parafrasi di morte. La vita assassina di Fèlix Vallotton (recensione di Maresa Schembri).

Antonin Artaud, Artaud (recensione), lettura, Recensioni

Van Gogh: suicida o suicidato? L’interpretazione parossistica di Antonin Artaud in “Van Gogh. Il suicidato della società”. (Recensione di Maresa Schembri)

Una personalità eccentrica e provocatoria come quella del drammaturgo, attore, saggista e regista teatrale francese Antonin Artaud non poteva certamente risparmiarsi scrivendo del genio della pittura olandese van Gogh. Non sarebbe stato nelle sue corde usare toni miti e uno stile aggraziato nel prendere le difese del pittore; non avrebbe rispettato la sua natura di ostentato sobillatore… Continua a leggere Van Gogh: suicida o suicidato? L’interpretazione parossistica di Antonin Artaud in “Van Gogh. Il suicidato della società”. (Recensione di Maresa Schembri)