Bonaviri (recensione), Giuseppe Bonaviri, Recensioni

Tra letteratura e scienza: la raccolta poetica “O corpo sospiroso” di Giuseppe Bonaviri (recensione di Maresa Schembri).

"Certamente nella sensibilità dello scrittore, immanenza e trascendenza si sovrappongono, si sfidano, e alla fine congiurano insieme per salvare o almeno lasciare sospesa la sorte dell’uomo e l’idea di una sua area vitale. Perché di questo si tratta, in ultima analisi: se ancora c’è per lui qualche possibilità di sopravvivenza, di testimonianza, di memoria postrema...… Continua a leggere Tra letteratura e scienza: la raccolta poetica “O corpo sospiroso” di Giuseppe Bonaviri (recensione di Maresa Schembri).

Pubblicità
Alexander McCall Smith, McCall Smith (recensioni), Recensioni

“L’arte perduta della gratitudine”: curiosità e passioni di una filosofa investigatrice

Li chiamiamo “libri di conforto”: romanzi da leggere in momenti grigi, oppure una volta conclusa un’opera particolarmente impegnativa. È il loro stile semplice e veloce, l’intreccio lineare, a renderli adatti a queste particolari circostanze, poiché capaci, in poche pagine, di alienarci dalla realtà.  Verso la fine di dicembre, sono incappata anch’io, pur avendo più tempo… Continua a leggere “L’arte perduta della gratitudine”: curiosità e passioni di una filosofa investigatrice

lettura, Rassegna

I momenti bui, l’opera di d’Alembert e il centenario proustiano

Una settimana di letture #59 Federica Breimaier Photo by Leeloo Thefirst on Pexels.com Stiamo attraversando un momento buio. Sapevamo che sarebbe successo, l'abbiamo visto arrivare da lontano. E non parlo solo di quanto sta accadendo in Italia, dove, con il pretesto dei rave party, è diventato legge un decreto sui raduni pericolosi, che rischia di minare… Continua a leggere I momenti bui, l’opera di d’Alembert e il centenario proustiano

lettura, Rassegna

Ma la critica letteraria serve ai lettori? «La stanza sull’acqua» di Roberto Pazzi, la diretta proustiana

Una settimana di letture #58 Federica Breimaier Essendomi laureata in linguistica e letteratura inglese e italiana, ho dovuto fare i conti con la critica letteraria per metà del mio percorso accademico. Essa è stata, prima di tutto, un dovere, anche perché i testi da leggere, spesse volte, non erano scelti consapevolmente e autonomamente, ma imposti, oppure… Continua a leggere Ma la critica letteraria serve ai lettori? «La stanza sull’acqua» di Roberto Pazzi, la diretta proustiana

lettura, Pazzi (recensioni), Recensioni, Roberto Pazzi

L’affascinante epifania dell’irreale in «La stanza sull’acqua» di Roberto Pazzi 

di Gerardo Passannante Roberto Pazzi non ha bisogno di presentazioni. Affermatosi fin dal suo esordio narrativo nel 1985, con Cercando l’imperatore, e ora tradotto in 26 lingue, autore di romanzi storici, col tempo non ha mancato di avvicinarsi anche a problemi di attualità e spesso scottanti, servendosi di una lingua rigorosa che non penalizza però… Continua a leggere L’affascinante epifania dell’irreale in «La stanza sull’acqua» di Roberto Pazzi 

lettura

L’avventura alessandrina di Roberto Pazzi, La prigioniera di Proust, e l’occasione persa di Desiati

Una settimana di letture #57 Federica Breimaier Contrariamente a quanto siamo soliti fare in quella che ormai è diventata la routine di questa rassegna domenicale, questa volta ci allontaniamo dall'attualità politica per dedicarci invece a quella editoriale. Esce oggi in tutte le librerie (ma disponibile anche su Amazon) per La nave di Teseo la nuova edizione… Continua a leggere L’avventura alessandrina di Roberto Pazzi, La prigioniera di Proust, e l’occasione persa di Desiati

Desiati (recensioni), Mario Desiati, Recensioni

Un’occasione mancata: Spatriati di Mario Desiati

di Gerardo Passannante Mi chiedo spesso, quando mi accingo a recensire un libro, se il suo titolo sia anticipazione di quanto sto per leggere o strizzi solo l’occhio al lettore, promettendo più di quanto poi non mantenga. Così mi era capitato con Il colibrì di Veronesi (recensito in Un titolo promettente: “Il colibrì” di Sandro… Continua a leggere Un’occasione mancata: Spatriati di Mario Desiati

Radiguet (recensioni), Raymond Radiguet, Recensioni

Capolavori da (ri)leggere: Il diavolo in corpo di Raymond Radiguet

Nato a Saint-Maur-des-Fossés il 18 giugno del 1903, Raymond Radiguet studiò dapprima in un istituto locale, e quindi al liceo Charlemagne di Parigi. Troppo giovane per partecipare alla guerra mondiale, visse quegli anni come una grande vacanza, fatta di assenze scolastiche ma di grandi letture. Abbandonato lo studio per il giornalismo, si dedicò allora a… Continua a leggere Capolavori da (ri)leggere: Il diavolo in corpo di Raymond Radiguet

P. Cameron (recensione), Peter Cameron, Recensioni

L’adolescenza patologica in “Un giorno questo dolore ti sarà utile” di Cameron (recensione di Maresa Schembri).

Un giorno questo dolore ti sarà utile è un romanzo, scritto dall’americano Cameron, che ha come protagonista un adolescente di nome James, figlio di stravaganti genitori separati e lavoratore presso una galleria d’arte che ospita artisti di ultimo grido ma dove nessuno compra mai niente. La madre è un’artistoide proprietaria della galleria dove lavora il… Continua a leggere L’adolescenza patologica in “Un giorno questo dolore ti sarà utile” di Cameron (recensione di Maresa Schembri).

lettura, Recensioni, Rooney (recensioni), Sally Rooney

“Mondo bello, dove sei”: esce oggi in Italia il poliedrico romanzo di Sally Rooney

Esce oggi per Einaudi Mondo bello, dove sei di Sally Rooney, scrittrice irlandese, autrice di Parlarne tra amici e Persone normali. Come si evince dal titolo, tema centrale dell’opera è lo sgomento provato dai personaggi nei confronti di un mondo diventato per loro alieno. Questo sentimento è incarnato da due anti-eroine, imperfette, incerte e ferite… Continua a leggere “Mondo bello, dove sei”: esce oggi in Italia il poliedrico romanzo di Sally Rooney