Caproni (poesie), citazione, Dio (citazioni), Giorgio Caproni, speranza (citazioni)

Poesia del giorno – 23 novembre 2022

L'OCCASIONE L’occasione era bella.Volli sperare anch’io.Puntai in alto. Una stellao l’occhio (il gelo) di Dio? Giorgio Caproni, Il franco cacciatore, 1982

Cardarelli (poesie), citazioni, Vincenzo Cardarelli, vita (citazioni)

Poesia del giorno – 31 ottobre 2022

Non so dove i gabbiani abbiano il nido, ove trovino pace. Io son come loro in perpetuo volo. La vita la sfioro com'essi l'acqua ad acciuffare il cibo. E come forse anch'essi amo la quiete, la gran quiete marina, ma il mio destino è vivere balenando in burrasca. Vincenzo Cardarelli, Poesie, Milano, Mondadori 1942.

Pubblicità
infinito (citazioni), Pazzi (poesie), Roberto Pazzi

Poesia del giorno –27 ottobre 2022

Il terzo infinito Scrivere, amare e poi?Dov'è, dov'è il terzo infinitoche non so,eppure mi fa cercare,la terza via scavare,di nostalgia del delta soffrirealla sorgentedelle acque in me?Presto usciranno al sole, berrò l'nifnito che non conosco, vedrò Dio.Ferrara, 12 marzo 2002 Roberto Pazzi da «Un giorno senza sera» Altri articoli dedicati a questo autore:«Il 24 giugno… Continua a leggere Poesia del giorno –27 ottobre 2022

citazioni, Monti (poesie), natura (citazioni), Vincenzo Monti

Poesia del giorno – 24 ottobre 2022

Alta è la notte, ed in profonda calmadorme il mondo sepolto,…Io balzo fuori dalle piume, e guardo;e traverso alle nubi, che del ventosquarcia e sospinge l’iracondo soffio,veggo del ciel per gl’interrotti campiqua e là deserte scintillar le stelle.Oh vaghe stelle!… Vincenzo Monti, Pensieri d’amore, VIII.

ermetismo, Luzi (recensioni), Mario Luzi, novecento, Recensioni

RICORDANDO LUZI (di Vittorio Panicara).

Se l’esistenza è un borgo cupo (Nell’imminenza dei quarant’anni, 1954, da Onore del vero), in cui si riflette la condizione umana, e la Parca tesse la tua infanzia con quella di tuo figlio / che traversa la piazza con le rondini (Parca/Villaggio,1951, da La barca, edizione ampliata), il velo dell’allegoria è sottile e oltrepassarlo è… Continua a leggere RICORDANDO LUZI (di Vittorio Panicara).

citazioni, malattia (citazioni), Marcel Proust, Morte (citazioni), Proust (citazioni), sogno (citazioni)

Citazione del giorno – 26 settembre 2022.

Ma sarebbero bastati i miei sogni, quando dormivo, a farmi capire che il mio dispiacere per la morte della nonna s’attenuava, giacché lei vi appariva meno oppressa dall’idea ch’io mi facevo del suo nulla. La vedevo sempre malata, ma in via di ristabilirsi; la trovavo meglio. E se alludeva a ciò che aveva sofferto, io… Continua a leggere Citazione del giorno – 26 settembre 2022.

citazioni, Giuseppe Ungaretti, letteratura (citazioni), Ungaretti (citazioni), vita (citazioni)

Citazione del giorno – 20 settembre 2022

Da Wikipedia Non sono il poeta dell'abbandono alle delizie del sentimento, sono uno abituato a lottare, e devo confessarlo – gli anni vi hanno portato qualche rimedio – sono un violento: sdegno e coraggio di vivere sono stati la traccia della mia vita. Volontà di vivere nonostante tutto, stringendo i pugni, nonostante il tempo, nonostante… Continua a leggere Citazione del giorno – 20 settembre 2022

Borges (poesie), citazioni, Jorge Luis Borges, Morte (citazioni), pioggia (citazioni), tempo (citazioni)

Poesia del giorno – 19 settembre 2022

LA PIOGGIA Bruscamente la sera si è schiaritaperché già cade la pioggia minuziosa.Cade o è caduta. La pioggia è una cosache senza dubbio succede nel passato. Chi la sente cadere ha recuperatoil tempo in cui la sorte fortunatagli rivelò un fiore chiamato rosae lo strano colore del rosso. Questa pioggia che acceca i vetrirallegrerà in… Continua a leggere Poesia del giorno – 19 settembre 2022

Amore (citazioni), Caproni (poesie), citazioni, Giorgio Caproni, Morte (citazioni)

Poesia del giorno – 12 settembre 2022

ALBA Amore mio, nei vapori d’un barall’alba, amore mio che invernolungo e che brivido attenderti! Quadove il marmo nel sangue è gelo, e sadi rinfresco anche l’occhio, ora nell’ermorumore oltre la brina io quale tramodo, che apre e richiude in eternole deserte sue porte?… Amore, io ho fermoil polso: e se il bicchiere entro il… Continua a leggere Poesia del giorno – 12 settembre 2022

lettura, Stéphane Mallarmé

Moriva oggi nel 1898 Stéphane Mallarmé, il poeta maledetto della parola pura

Nato a Parigi nel 1842, Stéphane Mallarmé moriva il 9 settembre 1898. Inizialmente, superata una giovinezza rattristata dalla scomparsa del padre e dell'amata sorella, condusse una vita piuttosto monotona, impegnandosi a guadagnare il pane per la famiglia con lavori che lo lasciavano amareggiato e insoddisfatto, potendo dedicarsi alla scrittura soltanto nelle ore notturne. Man mano… Continua a leggere Moriva oggi nel 1898 Stéphane Mallarmé, il poeta maledetto della parola pura