Rassegna

Giorgio Montefoschi e la misoginia: quando il contesto peggiora le cose (riflessioni di una valchiria) 

Una settimana di letture #23Federica Breimaier Ha fatto recentemente parlare di sé l’intervista rilasciata da Giorgio Montefoschi in occasione dell’uscita del romanzo Dell’anima non mi importa, edito da La Nave di Teseo, durante la quale l'autore ha dichiarato di non leggere scrittrici italiane contemporanee. Davanti alla mia personale indignazione, qualcuno mi ha esortato ad analizzare il… Continua a leggere Giorgio Montefoschi e la misoginia: quando il contesto peggiora le cose (riflessioni di una valchiria) 

lettura, Pazzi (recensioni), Recensioni, Roberto Pazzi

“Hotel Padreterno”: il divertissement metafisico di Roberto Pazzi

    Se mai v’è capitato di scorgere nella metropolitana di Roma un vecchietto bianco per antico pelo, dall’aria bizzarra, con borsalino nero e cappotto di cammello, pashmina al collo,  scarpe a coda di rondine e guanti gialli: ebbene, sappiate che a vostra insaputa potreste essere incorsi nella massima esperienza epifanica! Se invece questa fortuna non… Continua a leggere “Hotel Padreterno”: il divertissement metafisico di Roberto Pazzi

Rassegna

Tra Paradiso e “Hotel Padreterno”

Le ultime novità della nostra pagina dedicata ai libri, e una rassegna dei contenuti pubblicati nella settimana appena trascorsa.

Interviste, Pazzi (interviste), Roberto Pazzi

«Lo scontro tra il tempo e l’eterno»:  Roberto Pazzi e “Hotel Padreterno”  (da oggi in tutte le librerie)

Quale miglior modo di presentare un libro se non attraverso le parole dell’autore? Eccoci qui, allora, a chiacchierare con Roberto Pazzi, per svelare i principali nodi narrativi e i temi cardini della sua ultima fatica letteraria: Hotel Padreterno, in uscita oggi, 30 settembre 2021, in tutte le librerie e sui circuiti di vendita online, per La Nave… Continua a leggere «Lo scontro tra il tempo e l’eterno»:  Roberto Pazzi e “Hotel Padreterno”  (da oggi in tutte le librerie)

Pazzi (poesie), Roberto Pazzi, tempo (citazioni)

Poesia del giorno – 27 luglio 2021

Quanto resta del giorno?Soppesa la creatura la sabbiagià caduta al fondo della clessidrae quella che passerà.Eterna la mente polverepassata e futura,nulla è la somma.All'occhio che l'abbraccia intero,il passaggio apparein vista della fine,eppure sa che una mano volgeràla clessidra e tutto si ripeterà.Nessuno ha pietà di noi? Roberto Pazzi, La clessidra, in «Un giorno senza sera».

Incipit (citazioni), letteratura (citazioni), Massimo Onofri, Onofri (incipit)

Incipit del giorno – 23 luglio 2021

C'è differenza – se poi davvero c'è – tra la riflessione assorta e divagante, la meditazione malinconica o nostalgica di qualcuno che cammina senza meta apparente e quella, dello stesso uomo, che però, beato e immobile, sosta pensoso sulla panchina sotto un albero di una piazza o su un balcone in vista del mare? Di… Continua a leggere Incipit del giorno – 23 luglio 2021

natura (citazioni), Pazzi (poesie), Roberto Pazzi

Poesia del giorno –8 giugno 2021

Consumata dai voli delle tortoreguarda a nord.I mesi affollano la luceed è tutta bianca.La pianta curva le foglie versoil varco, dopo la lunga notte.Gli uccelli volano da un latoall’altro della lucema non verrà mai il sole.È la perfezione della casa,la verità delle sue portee delle alte finestre. Roberto pazzi, La finestra, da «Un giorno senza… Continua a leggere Poesia del giorno –8 giugno 2021

Amore (citazioni), Massimo Onofri, Onofri (citazioni)

Citazione del giorno ~ 8 dicembre 2020

[…] mi bastava guardarti dentro con gli occhi neri e caldi, il tempo di un attimo interminabile. Gli occhi di chi, quando è amata, riesci ad amare ancora più forte, mentre restituisce generosamente l'amore con interessi da usura, senza che nessuno usuraio, però, l'avesse richiesto. E forse è per questo che sei così bella: incommensurabilmente… Continua a leggere Citazione del giorno ~ 8 dicembre 2020

Eco (recensioni), populismo, Recensioni, Umberto Eco, xenofobia

IL FASCISMO ETERNO di Umberto Eco (recensione di Vittorio Panicara: parte 2, commento)

Per Umberto Eco, ne «Il fascismo eterno», esiste un Ur-Fascismo riconoscibile da ben 14 caratteristiche originarie che possono ripresentarsi sulla scena politica in qualsiasi momento e sotto mentite spoglie. Tutto ciò può permetterci di smascherare il fascismo quando esso si ripresenta di fronte a noi. Eco è chiaro: Libertà e liberazione sono un compito che… Continua a leggere IL FASCISMO ETERNO di Umberto Eco (recensione di Vittorio Panicara: parte 2, commento)