Rassegna

UN ANTIDOTO AL BLA-BLA-BLA? LA VERA LETTERATURA e altre storie di questa settimana

Una settimana di letture #10Federica Breimaier & Vittorio Panicara La settimana si è aperta con i risultati deludenti del G20 sui cambiamenti climatici ed è proseguita a Glasgow con la conferenza delle Nazioni Unite (COP 26) sullo stesso tema. Solo un bla-bla-bla, come sostiene Greta Thunberg? Forse sì, forse no. Fra tanta incertezza qualcosa di sicuro… Continua a leggere UN ANTIDOTO AL BLA-BLA-BLA? LA VERA LETTERATURA e altre storie di questa settimana

lettura, Recensioni

Correva l’anno 2020

Una di queste sere mi è capitato un fatto singolare. Stavo compilando la lista delle cose da fare per la giornata successiva (un’abitudine che mi ha aiutata a fissare la dimensione temporale, in un momento in cui il tempo mi sembra inconsistente), quando, ad un certo punto, mi sono fermata ad osservare la data con… Continua a leggere Correva l’anno 2020

Albert Camus, Camus (citazioni), follia (citazioni), Male (citazioni)

Frase del giorno – 14 Novembre 2020

CHEREA: No, Scipione, ti ha ridotto alla disperazione. E ridurre una giovane anima alla disperazione è un crimine che supera tutti quelli che ha commesso finora. Ti giuro che basterebbe questo a farmelo uccidere senza pietà. Albert Camus, Caligola.

Albert Camus, Camus (citazioni), lettura, uomo (citazioni)

Citazione del giorno – 11 Luglio 2020

L'uomo è la sola creatura che si rifiuta di essere ciò che è. Camus, L'uomo in rivolta.

Albert Camus, Camus (citazioni), eroismo (citazioni)

Citazione del giorno – 20 Giugno 2020

Io ne ho abbastanza della gente che muore per un'idea. Non credo nell'eroismo, so che è fin troppo facile e ho scoperto che uccide. A me interessa che gli uomini vivano e muoiano per ciò che amano.  Albert Camus, La peste.

Albert Camus, Camus (citazioni), lettura, malattia (citazioni)

Citazione del giorno – 4 Gennaio 2020

Come tutti gli esseri senz'anima, non potete sopportare chi ne ha troppa. La gente sana detesta i malati. Chi è felice non può vedere chi soffre. Troppa anima! Che seccatura, no? Allora si preferisce chiamarla malattia: e tutti sono in regola, contenti. Albert Camus, "Caligola".

Albert Camus, Camus (incipit), lettura

Incipit del giorno – 2 maggio 2019

“Oggi la mamma è morta. O forse ieri, non so. Ho ricevuto un telegramma dall'ospizio: "Madre deceduta. Funerali domani. Distinti saluti." Questo non dice nulla: è stato forse ieri. L'ospizio dei vecchi è a Marengo, a ottanta chilometri da Algeri. Prenderò l'autobus delle due e arriverò ancora nel pomeriggio. Così potrò vegliarla e essere di… Continua a leggere Incipit del giorno – 2 maggio 2019

Albert Camus, Frasi del giorno, letteratura francese, Male (citazioni)

La frase del giorno – 24.3.2018

Il male che è nel mondo viene quasi sempre dall’ignoranza, e la buona volontà può fare guai quanto la malvagità, se non è illuminata. Gli uomini sono buoni piuttosto che malvagi, e davvero non si tratta di questo; ma essi più o meno ignorano, ed è quello che si chiama virtù o vizio, il vizio… Continua a leggere La frase del giorno – 24.3.2018

Frasi del giorno, religione (citazioni)

La frase del giorno – 10.03.2018

In principio, quando credevano che fosse una malattia come le altri, la religione era al suo posto; ma quando hanno veduto ch’era una cosa seria, si sono ricordati dei godimenti. Tutta l’angoscia che si dipinge sui volti durante la giornata si risolve allora, nel crepuscolo ardente e polveroso, in una sorte di triste eccitazione, una… Continua a leggere La frase del giorno – 10.03.2018

Albert Camus, Camus (recensioni), leggere, letteratura francese, lettura, Recensioni, Romanzi

[RECENSIONE] Il male e l’eroismo ne “La peste” di Camus

Uno dei temi della Popsugar Reading Challenge di quest’anno consiste nel leggere un libro sulla morte o sul lutto. Così ho optato per La peste, il romanzo di Albert Camus del 1947. A rendere assolutamente adatto questo titolo al tema proposto dalla gara è prima di tutto la sua trama: la narrazione inizia ad Orano, un… Continua a leggere [RECENSIONE] Il male e l’eroismo ne “La peste” di Camus