Byung-Chul Han, Byung-Chul Han (citazioni), citazioni, società (citazioni), tempo (citazioni)

Citazione del giorno – 23 maggio 2022

La rumorosa società della stanchezza è sorda. La società a venire potrebbe invece chiamarsi una società dell’ascolto e dell’attenzione. Oggi è necessaria una rivoluzione del tempo che dia inizio a un tipo di tempo completamente diverso. Si tratta di scoprire il nuovo tempo dell’Altro. Byung-Chul Han, L’espulsione dell’Altro.

Byung-Chul Han, Byung-Chul Han (citazioni), citazioni, comunicazione (citazioni), politica (citazioni), società (citazioni)

Citazione del giorno – 9 maggio 2022

Lo smartphone è un oggetto devozionale di natura digitale, anzi è per eccellenza l’oggetto devozionale del digitale. Come strumento di soggettivazione funziona come il rosario, che rappresenta per la sua maneggevolezza, una specie di cellulare. Byung-Chul Han, Psicopolitica, traduzione di Federica Buongiorno, Nottetempo, Milano 2016.

Adorno (citazioni), citazioni, filosofia (citazioni), Musica (citazioni), società (citazioni), Theodor Adorno

Citazione del giorno – 4 maggio 2022

La popular music spoglia l’ascoltatore della sua spontaneità e promuove riflessi condizionati. […] non solo non gli chiede lo sforzo di seguire il flusso concreto, ma gli offre effettivamente gli stessi modelli entro cui ciò che di concreto ancora rimane, possa ricondursi. [...] La standardizzazione delle canzoni di successo tiene per così dire i clienti… Continua a leggere Citazione del giorno – 4 maggio 2022

citazioni, Pasolini (citazioni), Pier Paolo Pasolini, società (citazioni)

Citazione del giorno – 4 aprile 2022

L'uomo medio dei tempi del Leopardi poteva interiorizzare ancora la natura e l'umanità nella loro purezza ideale oggettivamente contenuta in esse; l'uomo medio di oggi può interiorizzare una Seicento o un frigorifero, oppure un week-end a Ostia. Pier Paolo Pasolini, Scritti corsari (da La prima, vera rivoluzione di destra, 15 luglio 1973)

citazioni, Foscolo (citazioni), odio (citazioni), società (citazioni), Ugo Foscolo

Citazione del giorno – 3 gennaio 2022

L'odio è la catena più grave insieme e più abietta, con la quale l'uomo possa legarsi all'uomo. Ugo Foscolo, Il gazzettino del bel mondo.

citazioni, Marcel Proust, Proust (citazioni), società (citazioni), vecchiaia (citazioni)

Citazione del giorno – 22 settembre 2021

Dopo una certa età, per amor proprio e per sagacia, sono le cose che più si desiderano quelle cui fingiamo di non tenere. Marcel Proust, La prigioniera, traduzione di Giovanna Parisse, Newton Compton, 1990.

Gerardo Passannante, legge (citazioni), morale (citazioni), Passannante (citazioni), società (citazioni)

Citazione del giorno – 26 giugno 2021

Il nostro comportamento è dipendente dalle convenzioni; e un'azione, una teoria, un atteggiamento, anche non necessariamente immorali o nocivi, possono essere combattuti e rifiutati. Non si può sfuggire al luogo comune quando funziona da legge; ed è così che lo strano, il non abituale, l'insolito, cade al di fuori della norma, e di là nella… Continua a leggere Citazione del giorno – 26 giugno 2021

Arthur Schopenhauer, citazioni, morale (citazioni), Schopenhauer (citazioni), società (citazioni)

Citazione del giorno – 31 maggio 2021

La ricchezza è come l'acqua salata: più se ne beve, più cresce la sete; lo stesso succede della gloria. Arthur Schopenhauer, Aforismi sulla saggezza del vivere, REA edizioni, 2011

camorra (citazioni), citazioni, morale (citazioni), Roberto Saviano, Saviano (citazioni), società (citazioni)

Citazione del giorno – 26 maggio 2021

Si crede stupidamente che un atto criminale per qualche ragione debba essere maggiormente pensato e voluto rispetto a un atto innocuo. In realtà non c'è differenza. I gesti conoscono un'elasticità che i giudizi etici ignorano. Roberto Saviano, Gomorra, Mondadori 2016.

citazioni, Giacomo Leopardi, Leopardi (citazioni), società (citazioni), uomo (citazioni)

Citazione del giorno – 26 aprile 2021

Giacomo Leopardi Certo che non voglio vivere tra la turba, la mediocrità mi fa una paura mortale. Giacomo Leopardi, Epistolario, (dalla lettera a Pietro Giordani, 26 settembre 1817; vol. I).