Agatha Christie, Christie (recensioni), Recensioni, romanzo giallo

Follia omicida o fredda premeditazione? – Poirot e la strage degli innocenti

clicca sulla copertina per acquistare il romanzo Ariadne Oliver è una scrittrice di romanzi gialli, attenta, curiosa e grande amica di Hercule Poirot, celebre investigatore privato belga, protagonista di molti dei romanzi di Agatha Christie. Tra le sue molte opere, spicca Poirot e la strage degli innocenti, cui avevamo già accennato in 5 libri “spaventosi”… Continua a leggere Follia omicida o fredda premeditazione? – Poirot e la strage degli innocenti

Pubblicità
lettura, Pazzi (recensioni), Recensioni, Roberto Pazzi

L’affascinante epifania dell’irreale in «La stanza sull’acqua» di Roberto Pazzi 

di Gerardo Passannante Roberto Pazzi non ha bisogno di presentazioni. Affermatosi fin dal suo esordio narrativo nel 1985, con Cercando l’imperatore, e ora tradotto in 26 lingue, autore di romanzi storici, col tempo non ha mancato di avvicinarsi anche a problemi di attualità e spesso scottanti, servendosi di una lingua rigorosa che non penalizza però… Continua a leggere L’affascinante epifania dell’irreale in «La stanza sull’acqua» di Roberto Pazzi 

Desiati (recensioni), Mario Desiati, Recensioni

Un’occasione mancata: Spatriati di Mario Desiati

di Gerardo Passannante Mi chiedo spesso, quando mi accingo a recensire un libro, se il suo titolo sia anticipazione di quanto sto per leggere o strizzi solo l’occhio al lettore, promettendo più di quanto poi non mantenga. Così mi era capitato con Il colibrì di Veronesi (recensito in Un titolo promettente: “Il colibrì” di Sandro… Continua a leggere Un’occasione mancata: Spatriati di Mario Desiati

ermetismo, Luzi (recensioni), Mario Luzi, novecento, Recensioni

RICORDANDO LUZI (di Vittorio Panicara).

Se l’esistenza è un borgo cupo (Nell’imminenza dei quarant’anni, 1954, da Onore del vero), in cui si riflette la condizione umana, e la Parca tesse la tua infanzia con quella di tuo figlio / che traversa la piazza con le rondini (Parca/Villaggio,1951, da La barca, edizione ampliata), il velo dell’allegoria è sottile e oltrepassarlo è… Continua a leggere RICORDANDO LUZI (di Vittorio Panicara).

Radiguet (recensioni), Raymond Radiguet, Recensioni

Capolavori da (ri)leggere: Il diavolo in corpo di Raymond Radiguet

Nato a Saint-Maur-des-Fossés il 18 giugno del 1903, Raymond Radiguet studiò dapprima in un istituto locale, e quindi al liceo Charlemagne di Parigi. Troppo giovane per partecipare alla guerra mondiale, visse quegli anni come una grande vacanza, fatta di assenze scolastiche ma di grandi letture. Abbandonato lo studio per il giornalismo, si dedicò allora a… Continua a leggere Capolavori da (ri)leggere: Il diavolo in corpo di Raymond Radiguet

Brönte (recensioni), Caffè Letterario, Charlotte Brönte, Recensioni

A VILLETTE, DA CHARLOTTE BRONTË (ventesimo incontro del Caffè Letterario del 16 settembre 2022: relazione di Vittorio Panicara).

Pubblicato nel 1853, due anni prima della sua morte, l’ultimo romanzo di Charlotte Brontë, «Villette», ci racconta le vicende di Lucy Snowe, una moderna antieroina capace di affrontare le durezze della vita attraverso un processo di maturazione lento quanto sicuro. Riuscirà a superare molte prove, come quella di ambientarsi in un'immaginaria città cosmopolita del regno… Continua a leggere A VILLETTE, DA CHARLOTTE BRONTË (ventesimo incontro del Caffè Letterario del 16 settembre 2022: relazione di Vittorio Panicara).

P. Cameron (recensione), Peter Cameron, Recensioni

L’adolescenza patologica in “Un giorno questo dolore ti sarà utile” di Cameron (recensione di Maresa Schembri).

Un giorno questo dolore ti sarà utile è un romanzo, scritto dall’americano Cameron, che ha come protagonista un adolescente di nome James, figlio di stravaganti genitori separati e lavoratore presso una galleria d’arte che ospita artisti di ultimo grido ma dove nessuno compra mai niente. La madre è un’artistoide proprietaria della galleria dove lavora il… Continua a leggere L’adolescenza patologica in “Un giorno questo dolore ti sarà utile” di Cameron (recensione di Maresa Schembri).

Georgi Gospodinov, Gospodinov (recensione), Recensioni

L’empatia, una umana patologia in “Fisica della malinconia” di Georgi Gospodinov (recensione di Maresa Schembri).

Protagonista indiscusso di Fisica della malinconia, scritto da Gospodinov nel 2011, è lo spazio interiore di ognuno di noi, quel labirinto psicologico tanto simile a Cnosso, luogo in cui venne rinchiuso il Minotauro che tanta importanza riveste in questo testo, come si evince subito dalla copertina che lo rappresenta in braccio alla madre Pasifae. Gospodinov… Continua a leggere L’empatia, una umana patologia in “Fisica della malinconia” di Georgi Gospodinov (recensione di Maresa Schembri).

lettura, Recensioni

(ANTI)RAZZISMO: 5 LIBRI PER INIZIARE

Federica Breimaier Photo by visuals on Unsplash Si è conclusa la settimana scorsa la tappa dedicata al razzismo del GdL Diritti tra le righe organizzato insieme a Lisa (e al quale potete iscrivervi per le prossime tappe cliccando qui: https://t.me/+GdVjOW-RUOQii4PV). Quello affrontato è un tema quanto mai sfuggente, poiché inestricabilmente connesso ad altrettanto complesse problematiche, quali la condizione… Continua a leggere (ANTI)RAZZISMO: 5 LIBRI PER INIZIARE

lettura, Recensioni

Utopia e rivoluzione (russa)

di Gerardo Passannante Photo by roberta errani on Unsplash      Per il loro connaturato soggettivismo, raramente i poeti sono cantori dell’avvenire dei popoli. Vi si trovano a volte coinvolti dalle circostanze, oppure dall’abbaglio di risolvere il disagio intimo in una causa pubblica. Ma quasi sempre la loro adesione, fondata su un equivoco, sfocia nel disincanto: dal momento che i… Continua a leggere Utopia e rivoluzione (russa)