Amore (citazioni), Dostoevskij (incipit), Fëdor Dostoevskij, gelosia (citazioni), Incipit (citazioni)

Incipit del giorno – 27 giugno 2022

— Permettetemi, signore, di chiedervi…
Il passante trasalì e, quantunque un po’ spaventato, osservò con attenzione la persona, avvolta in suntuosa pelliccia, che gli rivolgeva la parola così, a bruciapelo, verso le otto di sera, in mezzo alla strada.
Quel luogo e quell’ora, era risaputo!, davano a un qualunque pietroburghese accostato all’improvviso il diritto di spaventarsi.
Dunque, il passante trasalì e si spaventò.
— Perdonate se vi disturbo, – riprese il signore dalla lussuosa pelliccia – ma io… io… io non so… Certamente voi mi scuserete, perché vedete in quale stato sono!
Il passante, un giovanotto che indossava un semplice pastrano, osservò soltanto allora che il signore in pelliccia era evidentemente in preda ad un estremo turbamento.
Pallido, stravolto, con la voce tremante, non pareva in pieno possesso di tutte le sue facoltà: gli mancava la parola, si capiva ch’egli doveva soffrire molto nell’esser costretto a rivolgere così una preghiera ad un individuo che forse apparteneva ad una classe inferiore alla sua.
D’altra parte, i suoi modi erano quanto si possa immaginare di sconveniente per un uomo che indossa una pelliccia così ricca e calda, un vestito così di moda, di colore verde scuro, costellato di così significative decorazioni.

Fëdor Mihajlovič Dostoevskij, La moglie di un altro.

1 pensiero su “Incipit del giorno – 27 giugno 2022”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...