Rassegna

I draghi sono tornati, il fascismo forse pure, e altre novità di questa settimana.

Una settimana di letture #7
Federica Breimaier

Dopo l’apertura dai toni lievemente polemici dell’ultima settimana (che trovate qui: Chi è Abdulrazak Gurnah, l’incontro tra Dante e Caciaguida, e altre curiosità libresche dal web), mi sono detta che forse questa domenica era il caso di indulgere in qualcosa di un po’ più leggero. E allora perché non parlare dell’atteso trailer con cui HBO ha annunciato per il 2022 l’uscita di House of the Dragon, serie prequel di Trono di spade? Non rimane che applaudire alla notizia, sperando che il finale non lasci lo stesso amaro in bocca della precedente serie TV.
House of the Dragon ripercorrerà la storia di Casa Targaryen, basandosi su Fuoco e Sangue, ultimo romanzo di George R. R. Martin (di cui trovate un’intervista tradotta da me qui: Intervista esclusiva a George R.R. Martin sull’imminente uscita di “Fuoco e sangue” (in italiano!)). Si tratta di un’opera dal tono e dal ritmo decisamente diversi rispetto a quanto visto per i vari volumi de Le cronache del ghiaccio e del fuoco, che però come quest’ultima si presta particolarmente alla resa televisiva grazie alla spettacolarità degli eventi narrati.
Detto ciò, al di là di quanto visto in televisione, chi frequenta da un po’ il blog sa bene quale sia la mia opinione circa lo spessore letterario delle opere di questo autore, cui ho del resto dedicato uno dei primissimi articoli di Giornate di Lettura (credo fosse il secondo) che potete leggere qui: “Le cronache del ghiaccio e del fuoco”: fantasy trash o letteratura? Un’opinione che ha trovato conferma anche dopo la lettura di questo suo ultimo romanzo, da me recensito in: «Fuoco e Sangue», o meglio: come il fantasy diventa letteratura

✍️ Qui sul blog

Sul fronte della letteratura classica, questa settimana vi abbiamo proposto:

Nell’ambito dei diritti civili, invece, hanno trovato posto:

📷 Su Instagram

📚 Curiosità dall’internet

  • 🇬🇧 Seppur con un po’ di ritardo rispetto alla sua pubblicazione, vi consiglio anche The limits of liberalism in cui sul The new yorker Jelani Cobb ripercorre la storia di Derrick Bell, avvocato e attivista per i diritti civili che gettò le basi per una teoria critica della razza, su cui oggi tanto si dibatte in America. Di questo tema si occupa del resto (🇮🇹) anche Natasha Pinon nel suo Che cos’è la teoria critica della razza?

3 pensieri su “I draghi sono tornati, il fascismo forse pure, e altre novità di questa settimana.”

      1. Grazie per il consiglio. Non ho mai approfondito l’Eco saggista, perché avendo letto quasi tutti i suoi romanzi reputavo che poteva finire lì. Inizierò da qui, grazie per il ritorno.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...