Incipit (citazioni), letteratura (citazioni), Massimo Onofri, Onofri (incipit)

Incipit del giorno – 23 luglio 2021

C’è differenza – se poi davvero c’è – tra la riflessione assorta e divagante, la meditazione malinconica o nostalgica di qualcuno che cammina senza meta apparente e quella, dello stesso uomo, che però, beato e immobile, sosta pensoso sulla panchina sotto un albero di una piazza o su un balcone in vista del mare? Di certo, dopo la pubblicazione di quel capolavoro di Jean-Jacques Rousseau intitolato Le fantasticherie del passeggiatore solitario, che il filosofo terminò di scrivere nel 1778, poco prima di morire, il pensare e il vagabondare sono andati a costituirsi dentro un rapporto quasi necessario, non più solvibile, che ha sortito, nei secoli successivi, momenti di non poca altezza.

Massimo Onofri, Benedetti Toscani, pensieri in fumo.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...